Meteorite in Giardino 4, rassegna di arte visiva e musica contemporanea a cura di Maria Centonze e Willy Merz, inaugura il suo ciclo di appuntamenti il 28 giugno alle ore 21.30.
Come per le passate edizioni parteciperanno artisti visivi e musicisti internazionali, ma la novità assoluta di quest’anno è che le opere, presentate di volta in volta durante le serate, comporranno un unicum espositivo che sarà visitabile fino al 2 ottobre 2011. L’igloo con il cervo Senza titolo di Mario Merz è l’opera ispiratrice delle scelte musicali del concerto, che interesserà tutti gli spazi della Fondazione per offrire una serie di diverse sensazioni acustiche. L’appuntamento di apertura ospiterà un ensemble di musicisti tra i più affermati e innovativi della scena internazionale della musica contemporanea. Con la direzione artistica di Willy Merz, «Merzensemble» è punto di riferimento per una nuova modalità di creazione, esecuzione e fruizione della musica contemporanea e non. Il programma spazia dal repertorio medioevale del Trecento alla performance di teatro musicale d’avanguardia, passando per il jazz e i classici del Novecento, come Xenaxis e Scelsi.

Mario Merz - Igloo con cervo

In Fondazione Merz:

Martedì 28 giugno, 21:30

Concerto inaugurale. Omaggio a Mario Merz

Gérard Métrailler, tromba; Daniele Berdini, sax; Devid Ceste, trombone; Simone Rubino, percussioni

Musiche di Folke Rabe, Francesco Landini, Antonio Zacharia da Teramo, Gherardello da Firenze, Iannis Xenakis, Giacinto Scelsi, Ryo Noda, Vincent Persichetti, Allen Vizzutti, Victor Morosco, Janine Rueff

Gérard Métrailler
Studia al Conservatorio di Ginevra con Mario Alberti e nel 1987, prima ancora di diplomarsi, entra a far parte dell’Orchestre de la Suisse Romande. Oggi è prima tromba dell’Ensemble Contrechamps, membro del Quintette du Rhône e Professore di tromba all’Haute École de Musique de Genève.

Daniele Berdini
Dopo il diploma al Conservatorio di Fermo nel 1991, fonda nel 1996 il quartetto di sassofoni Lost Cloud Quartet, con il quale si esibisce nei più importanti teatri e festival europei. Ha eseguito prime esecuzioni italiane di opere di Donatoni, Manzoni, Perezzani e la prima esecuzione mondiale dell’opera di Salvatore Sciarrino per quartetto di sassofoni dedicata proprio al Lost Cloud Quartet. Dal 1996 è professore di sassofono al Conservatorio “U. Giordano” di Foggia.

Devid Ceste
Si diploma nel 1996 al Conservatorio “G. Verdi” di Torino. Ha collaborato con l’Orchestra della Radio della Svizzera Italiana di Lugano, l’Orchestra del Teatro Regio di Torino e l’Orchestra Sinfonica “G. Verdi” di Milano; dal 2000 fa parte dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI.

Simone Rubino
Nato nel 1993, si diploma al Conservatorio “G. Verdi” di Torino e debutta come solista con l’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI di Torino e con il percussionista Peter Sadlo nel 2008 all’Auditorium “Arturo Toscanini” di Torino.

Giovedì 7 luglio, 21:30
La rassegna prosegue con la presentazione dell’opera di Giuseppe Pietroniro “Risonanza”, ospitata al piano terra della Fondazione, dove si svolgerà il concerto di Davide Bandieri (clarinetto) e Devid Ceste (sousaphon).

Martedì 19 luglio, 21:30
Il violino di Giacomo Agazzini accompagnerà i grafismi dell’allestimento ambientale ”Written room” dell’artista iraniana Parastou Forouhar nella sala ipogea.

Giovedì 21 luglio, 21:30
L’opera “Lead Baloon” di Maurizio Vetrugno ed il jazz del trio composto da Elisa Marangon, Filippo Cosentino e Giovanni Sanguineti verranno proposti al piano terra della Fondazione Merz.

Martedì 26 luglio, 21:30
Conclude la sezione estiva Alessandro Sciaraffa che presenterà l’opera “Ti porto il mare” dialogando, nello spazio esterno della Fondazione, con il pianoforte di Alfredo Castellani. Due appuntamenti OFF costituiscono gli ideali confini temporali della rassegna

L’esposizione delle opere sarà visitabile fino al 2 ottobre 2011

 

Fondazione Merz

via Limone, 24 Torino
Orari: mart-dom 11-19
Ingresso libero

Annunci