Rubenimichi sono tre artisti spagnoli attivi come collettivo dal 1996, tra i campioni del Pop Surrealismo iberico. I loro nomi sono Ruben, Michi e Luisjo ma chiedono che le loro identità siano messe in secondo piano rispetto all’entità collettiva, un artista-monstre con tre teste e sei mani, perfettamente coordinato e coerente nella realizzazione di opere fascinose e visionarie.

Rubenmichi, Certum est

Rubenimichi, “lui” dunque, è stato esposto in tutto il mondo, in collettive e personali, apprezzato e riconosciuto per la straordinaria qualità pittorica. Nella sua prima mostra personale italiana l’artista presenta un corpo di lavori in acrilico su legno assieme a ceramiche dipinte e serigrafie.

Figurativo, simbolista, surrealista e aperto alla libera interpretazione del pubblico, il lavoro di Rubenimichi fa del realismo magico la chiave di lettura del mondo, e invita lo spettatore a perdersi nei raffinati e certosini particolari del suo lavoro. I piccoli quadri dai colori luminosi e brillanti, raffigurano soggetti umani – spesso amici dell’artista – alle prese con un universo di ispirazione dark, a volte malevolo, altre volte enigmatico. I riferimenti al naturale e al magico sono ben incastonati all’interno di continue citazioni e rimandi all’universo pre-raffaellita.

Rubenmichi, Humano animal

dal 10 al 22 settembre

Mondobizzarro gallery, Roma

Annunci