Ogni mercoledì i 14 progetti selezionati dal concorso “Con la cultura non si mangia!”, titolo liberamente tratto dall’affermazione di G. Tremonti. «Di cultura non si vive, vado alla buvette a farmi un panino alla cultura, e comincio dalla Divina Commedia.»

VII MOSTRA:
“Frutta martorana ovvero sculture commestibili realizzate in marzapane”

Per frutta martorana s’intendono dei dolci di marzapane che hanno sembianza di frutti reali. Per “Con la cultura non si mangia!” si esporranno sapienti riproduzioni in marzapane di frutti, tranci di carne e altro ancora. Il mondo organico, nelle sue svariate gradazioni, dal bello al repellente, si ritroverà convertito in forme giocose, attraenti, imperiture e commestibili. Delle sculture-nonsculture da gustare con gli occhi e con il palato.

Ozne tratta le immagini come “cosa viva” (Cfr. David Freedberg, Il potere delle immagini), come entità che invochino non solo l’essere guardate ma anche carezze, ferite e interazione ludica. Dal 2009 rispolvera stilemi ed espedienti iconoclasti, oppure produce irriverenti bambole voodoo, oggetti da ingerire, dipinti e sculture giocattolo.

SOGGETTI PROPONENTI

La Pillola
è un’associazione culturale che si occupa di promozione sociale e sostenibilità ambientale, attraverso attività di progettazione e realizzazione di eventi artistici e culturali; attività di aggregazione e condivisione etica delle risorse; promozione e valorizzazione del territorio.

La Pillola vuole contribuire a rendere la cultura un progetto condiviso da fasce sempre più ampie della società, collaborando con istituzioni e privati sensibili alla valorizzazione delle risorse naturalistiche ed artistiche locali.
Nadia Antonello
è un’artista del collettivo Antonello Ghezzi.

Inaugurazione 2 novembre ore 18

La Pillola
via Castiglione, 25 – Bologna
lun-sab su appuntamento
Ingresso libero

Annunci